Record italiano nel fotovoltaico: altro che “Italian job”!

Condividi sui social

l’Italia è stata nel 2011 la prima nazione al mondo per potenza fotovoltaica installata. Questo noto record riassume lo spirito degli Italiani: pragmatici e concreti quando in gioco c’è qualcosa di importante..
Il sistema Italia, famiglie e imprese, soprattutto quelle medio-piccole, seppur stimolato da ottimi incentivi (che comunque ci sono stati  ovunque nel mondo!) ha saputo organizzare una formidabile macchina operativa per importazione degli impianti, promozione commerciale, capacità di installazione,  in grado di superare l’eccellente macchina tedesca. Non si tratta del solito “Italian Job”,  ma insomma qualcosa di solido e duraturo,  un processo industriale efficace e concreto che la dice lunga su quanto bene si muova il sistema Italia quando l’obiettivo è chiaro ed il tornaconto adeguato. Un esempio chiaro di innovazione “stimolata”, che in pochi mesi ci ha portato in cima al mondo per potenza installata e che se applicato con chiarezza ad altri settori industriali di forte sviluppo, come la creazione di nuovi app per iphone ed android, le nanotecnologie o alcune “tecnologie verdi”, potrebbe dare lo stesso impulso che l’informatica ha dato agli USA negli ultimi 20 anni. Steve Jobs e Bill Gates non avevano pure loro il loro bell’incentivo davanti agli occhi a spingerli a rischiare tanto? Una volta innescato il processo si possono anche spegnere gli incentivi, il processo sarà irreversibile e gli asset di sistema ormai consolidati (economie si scala, skills operativi, etc). Applichiamolo a casi simili e gli italiani saranno pronti: altro che Italian Job
Andrea Conte  ©Riproduzione riservata
 


Condividi sui social